Cellulosa

La cellulosa è un composto organico molto diffuso in natura e può essere ricavata dalla lavorazione del cotone (ne contiene una percentuale del 90-95%), del legno (ne contiene il 40-50%) e della paglia. La sua composizione chimica dipende dal tipo di materia prima impiegata, dalle tecniche di lavorazione e dal processo di ottenimento. Dalla cellulosa si ottengono numerosi derivati tra i quali il rayon, il cellophane, la carta e la viscosa.

Il processo di produzione della carta prevede la lavorazione del legno fino ad ottenere una pasta di cellulosa, che può essere di diverse qualità: la più economica, ad alto contenuto di lignina, che dà luogo a carta con bassa resistenza all'invecchiamento e soggetta ad ingiallimento (impiegata per giornali, cartoni e altri oggetti cartacei di uso quotidiano) e la più pregiata, detta pasta chimica, che permette di ottenere carte di maggior pregio usate per riviste patinate o destinate ad altri usi tra i quali quello alimentare.

Un impiego interessante della carta dei quotidiani è il suo riciclo sotto forma di fibra di cellulosa, un materiale dalle ottime capacità di isolamento termico ed acustico, che viene impiegato nella coibentazione e nell'insonorizzazione degli edifici contribuendo così a salvaguardare doppiamente l'ambiente: impiegando materiale di recupero e riducendo il consumo energetico e l'emissione di CO2. Per ulteriori informazioni riguardo all'applicazione di questo materiale visita il sito isolare.it.


Giornali

powered by Creazioni Web